Tutti i viaggi

Sicilia
A piedi

Isole Eolie, vulcani e natura selvaggia

- soldout

posti terminati

Sicilia - Lipari (ME)

7 giorni | 6 notti

domenica 29 settembre - sabato 5 ottobre 2024

Una settimana di terra e di fuoco alla scoperta di paesaggi insulari, antiche culture e un arcipelago magico contrassegnato dai paesaggi vulcanici delle isole Eolie. Le sette isole che compongono l'arcipelago sono state inserite nei beni patrimonio dell'umanità dall'UNESCO e si può ben capire perché: spiagge di sabbia nera, sorgenti termali e vulcani attivi. Qui faremo trekking sull’isola di Vulcano, Lipari, Salina, Panarea e Stromboli e ci immergeremo nella cultura e nella bellezza della zona. Isole leggendarie di forti tradizioni e contrasti, dopo una settimana vi sembrerà di essere diventati parte della comunità liparota! Lasciato l’arcipelago pausa a Catania per un’immersione nella vibrante e caotica atmosfera di una delle più belle città del sud Italia.

Stampa o salva in PDF questa proposta

Programma di viaggio

Domenica 29 settembre (giorno 1)

Arrivo in Sicilia, Lipari

Appuntamento in aeroporto a Catania Fontanarossa con arrivo entro le ore 14.00. Partenza con bus privato per Milazzo e aliscafo per raggiungere Lipari, l’isola maggiore e capoluogo dell’arcipelago dove soggiorneremo per la settimana. Check-in in hotel e cena.
Sistemazione in Residence- hotel**** (cena in hotel)

Lunedì 30 settembre (giorno 2)

Isola di Vulcano

Colazione, trekking urbano nel centro di Lipari con visita alla rocca del Castello e all’area archeologica. Partenza in aliscafo per Vulcano e trekking al gran Cratere della Fossa. Tra il 1888 e il 1890, il cratere La Fossa è stata teatro dell’ultima eruzione della storia dell’isola; la solfatara venne rapidamente abbandonata e i cavatori fuggirono precipitosamente, mentre nubi di scorie e bombe vulcaniche precipitavano dove oggi, inspiegabilmente, sorge un centro abitato. Il vulcano è ancora attivo, come testimonia l’intensa attività fumarolica, con emissioni di gas tossici e temperature che superano 600° C. La visita alle parti sommitali, che non comporta comunque alcun pericolo, permette di abbracciare con la vista l’intero arcipelago e la vasta caldera di Lentia. Rientro in barca verso l’ora del tramonto.

Caratteristiche itinerario

  • Lunghezza: 7 km
  • Dislivello: Dislivello ± 390 m
  • Tempo di percorrenza: 3-4 h

Sistemazione in Residence- hotel**** (colazione, cena in hotel)

Martedì 1 ottobre (giorno 3)

Salina Da Pollara a Leni, tra boschi e antichi terrazzamenti

Colazione e partenza in barca privata per Salina (porto di Rinella), trasferimento in bus per Semaforo di Pollara ed escursione a mezza costa. Dal Semaforo di Pollara il sentiero verso Leni prosegue lungo il versante occidentale di Monte dei Porri, dominando l’ultimo cratere dell’isola che ha concluso la propria attività intorno a 13.000 anni fa, con una catastrofica esplosione. La macchia di eriche e corbezzoli e i fitti tappeti di muschio lasciano presto spazio ad ambienti più aperti e assolati, dove il concetto di “selvaggio” assume sfumature inaspettate che si sveleranno dietro ogni curva, tra i sassi degli imponenti muri a secco, all’ombra degli ulivi, sotto le massive colate di lava del vulcano di Monte dei Porri, tra le viste a perdita d’occhio sull’azzurro mare verso Filicudi e Alicudi. Sulla via del ritorno la sosta pranzo alla Casetta di Valle Spina dove potremo rinfrescarci e riempire le borracce con l’acqua tirata dal pozzo. Trasferimento in bus al porto e rientro a Lipari costeggiando le scogliere di ponente dell’isola.

Caratteristiche itinerario

  • Lunghezza: 5 km
  • Dislivello: Dislivello +250 m | -530 m 
  • Tempo di percorrenza: 3 h

Sistemazione in Residence- hotel**** (colazione, pranzo, cena in hotel)

Mercoledì 2 ottobre (giorno 4)

Panarea e Stromboli

Colazione e partenza per Panarea. Basta lasciarsi alle spalle le ultime case e l’eco delle vanità mondane per scoprire una Panarea contadina, saggia e arcaica, che nasconde la propria storia tra terrazzamenti, muri a secco e uliveti abbandonati; lungo il percorso ad anello faremo una deviazione per visitare la spiaggia della Calcara, sede di antiche fumarole e dei primi insediamenti preistorici dell’isola (facoltativo). Giunti a Punta del Corvo, il punto più alto, ci si affaccia sulle falesie che precipitano fino al mare e ospitano una straordinaria biodiversità: molte piante endemiche siciliane, tra cui la rarissima silene di Panarea (Silene hicesiae), scoperta qui per la prima volta negli anni Ottanta, insieme a una piccola colonia di falco della regina. Notevoli anche le possibilità per il birdwatching. Scendendo in direzione Sud, una breve deviazione permette di visitare il villaggio di Punta Milazzese, risalente all’età del Bronzo, che domina la splendida baia di Calajunco e la spiaggia Zimmari dove, prima di rientrare al porto possiamo rinfrescarci con un bagno a mare.

Caratteristiche itinerario

  • Lunghezza: 5 km
  • Dislivello: Dislivello ± 421 m 
  • Tempo di percorrenza: 3-4 h

Nel primo pomeriggio partenza per Stromboli 
Nonostante non sia immediatamente percepibile dal mare, Stromboli custodisce splendidi esempi di macchia e piccoli boschetti di leccio, frequenti lungo la prima parte di questo percorso; una tappa obbligata è la visita al vecchio cimitero, risalente all’inizio del Novecento, le cui tombe sono decorate con mattonelle di maiolica. Si prosegue attraversando la colata di San Bartolo, emessa durante un’eruzione in età romana, e la profonda incisione di Vallonazzo, che separa i prodotti vulcanici dei Vancori da quelli più recenti del Neo-Stromboli (13000-5000 anni fa), fino a raggiungere la Sciara del Fuoco, sulla quale ancora oggi rotolano le scorie emesse durante le continue esplosioni del vulcano. Da qui, il sentiero si inoltra negli estesi canneti e per ricollegarsi infine all’abitato, in contrada Piscità.

Caratteristiche itinerario

  • Lunghezza: 10 km
  • Dislivello: ± 290 m 
  • Tempo di percorrenza: 4 h

Sistemazione in Residence- hotel**** (colazione, pranzo al sacco, cena in hotel)

Giovedì 3 ottobre (giorno 5)

Le selvagge Cave di Caolino (Lunghezza: 13 Km, Dislivello +540 m, -905 m, Tempo:4 h)

Dopo colazione spostamento con bus pubblico per raggiungere la partenza del trekking. Escursione dalle cave di Caolino alle terme di San Calogero, il lato selvaggio dell’isola. Neanche un pittore impressionista avrebbe saputo riunire in un unico paesaggio i colori delle cave di caolino, attive fino agli anni Settanta: tra cristalli di gesso e vivaci policromie, frutto di intensi processi di fumarolizzazione, ci si affaccia sulle falesie di Timpone Pataso, formate dai sedimenti di un lago che esisteva 100.000 anni fa e che nasconde le impronte fossili di allori e palme nane. Quelle viventi si incontrano invece lungo il sentiero che scende verso il mare e prosegue in direzione Sud, costeggiando i terrazzi di abrasione (antiche spiagge formatesi durante l’ultimo interglaciale) e piccole insenature, come la splendida Cala Fico. Giunti alle terme di San Calogero, edificio ottocentesco a ridosso della piccola tholos che viene considerata uno dei più antichi stabilimenti termali conosciuti, una strada in pietra tra gli uliveti sale in direzione di Pianoconte.

Caratteristiche itinerario

  • Lunghezza: 5 km
  • Dislivello: Dislivello ± 421 m 
  • Tempo di percorrenza: 3-4 h

Sistemazione in Residence- hotel**** (colazione, pranzo, cena in hotel)

Venerdì 4 ottobre (giorno 6)

Catania

Dopo colazione aliscafo per rientrare al porto di Milazzo. Un ultimo saluto alla splendida Lipari prima della navigazione. Arrivo a Catania per l’ora di pranzo. Check-in in hotel prima di un’immersione nella cultura catanese accompagnati da una guida turistica locale. Segreti e angoli meno conosciuti della città insieme alle più note piazze in stile barocco siciliano accompagneranno il pomeriggio. Cena tipica in un ristorante della città.

Sistemazione in hotel*** (colazione, cena in ristorante locale)

Sabato 5 ottobre (giorno 7)

Arrivederci Sicilia!

Dopo colazione trasferimenti in autonomia per l’aeroporto di Catania

Sistemazione in hotel*** (colazione)

Invia questo evento ad un amico/a


Caratteristiche itinerario


Lunghezza media
10


Dislivello medio
400 m


Tempo medio
4h30


Difficoltà: IntermediaScala CAI E

Requisiti

  • Essere un po' allenati alla camminata

Prezzo e condizioni

prezzo 985

La quota comprende:

- Tutti i trasferimenti in aliscafo e/o barca privata
- Pernottamento in stanze doppie/triple
- Cene con bevande escluse tranne quella del giorno 4
- Pranzi del giorno 3 e giorno 5
- Pranzo al Sacco del giorno 4
- Bus pubblico/privato per i trasferimenti indicati
- Guida Ambientale Escursionistica con assicurazione R.C.
- Assicurazione medico-bagagli

La quota non comprende:

- I pranzi tranne quelli indicate nella quota comprende
- Le cene tranne quelle indicate nella quota comprende
- Bevande ai pasti
- Tutto ciò non mensionato nei servizi inclusi
- Nei trasferimenti in traghetto la compagnia di navigazione può applicare il pagamento di una piccola quota per bagagli grandi.

Trasporto INCLUSO

Sono inclusi tutti i trasferimenti dall'aeroporto di Catania il giorno di arrivo fino al rientro su Catania centro il giorno finale del viaggio.

Numero minimo partecipanti: 6. Numero massimo: 25.

Abbigliamento e zaino

• Bastoncini da trekking sono sempre consigliatissimi.
• Scarponi da trekking con suola ben scolpita e impermeabili.
• Maglia leggera, meglio se in tessuto traspirante.
• Pantaloni (meglio lunghi) leggeri o di medio spessore in base al meteo. Anche questi possibilmente in materiale traspirante e che si asciughino velocemente dal sudore o da eventuali piogge.
• Calze da trekking alte, meglio se in materiale tecnico.
• Cappello con visiera e occhiali da sole.
• Zaino con capienza 30 litri almeno.
• Giacca a vento impermeabile, meglio se in materiale traspirante tipo Gore-tex;
• Almeno 1,5 l. d'acqua;
• Copripantaloni impermeabili o buona mantellina.
• Pile leggero e pile pesante;
• Cappellino e guanti in lana o in pile;
• Coprizaino impermeabile;
• Crema solare;
• Torcia Frontale

Ritrovo: Luogo e ora

Ritrovo principale Ore 14.300 Aeroporto Fontanarossa Catania, Aeroporto di Catania, Via Fontanarossa, 95121 Catania CT, Italia, Catania

Link GoogleMaps

 

Info e prenotazioni

Passamontagna Viaggi

Recapiti

Passamontagna Viaggi

Richiedi informazioni / disponibilità



Calendario viaggi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
Giovedì 6
Giugno
2024
15:00 -
Frasassi e Gola della Rossa - Genga (AN)
Data : Giovedì 06 Giugno 2024
CHIUDI
4
5
6
7
Domenica 9
Giugno
2024
09:00 -
Monti Sibillini - Ussita (MC)
Data : Domenica 09 Giugno 2024
CHIUDI
8
9
10
11
Sabato 15
Giugno
2024
08:30 -
Data : Sabato 15 Giugno 2024
CHIUDI
12
13
14
Domenica 16
Giugno
2024
09:00 -
Monti Sibillini - Ussita (MC)
Data : Domenica 16 Giugno 2024
CHIUDI
15
Domenica 16
Giugno
2024
08:30 -
Monti della Laga - Montorio al Vomano (TE)
Data : Domenica 16 Giugno 2024
CHIUDI
16
17
18
19
20
21
Venerdì 21
Giugno
2024
09:00 -
Monti Sibillini - Ussita (MC)
Venerdì 21
Giugno
2024
09:30 -
Monti Sibillini - Visso (MC)
Data : Venerdì 21 Giugno 2024
CHIUDI
22
Sabato 22
Giugno
2024
16:30 -
Auronzo di Cadore - Auronzo di Cadore (Belluno)
Data : Sabato 22 Giugno 2024
CHIUDI
23
24
25
26
27
28
29
Sabato 29
Giugno
2024
16:30 -
Dolomiti - Auronzo di Cadore (Belluno)
Data : Sabato 29 Giugno 2024
CHIUDI
30

Iscriviti alla newsletter

Ricevi i nostri aggiornamenti su trekking e viaggi a piedi. (vedi come riceverli su WhatsApp)